Archivio delle notizie
201520142013201220112010200920082007200620052004
News di Dicembre
News di Novembre
News di Ottobre
News di Settembre
News di Agosto
News di Luglio
News di Giugno
News di Maggio
News di Aprile
News di Marzo
News di Febbraio
News di Gennaio
Dentro la notizia
Domenica 17 Febbraio | 09:22
Stampa
Di Luca, c'è l'accordo con la Vini Fantini

Danilo Di Luca è un corridore della Vini Fantini, l’azienda vinicola abruzzese

A 37 anni, il campione di Spoltore ha ancora molti stimoli e coraggio, con l’intento di raggiungere un altro obiettivo importante: tornare a vincere una grande classica.

Ma Danilo Di Luca sarà anche un punto di riferimento per gli altri giovani abruzzesi del team, in particolare per Matteo Rabottini e Fabio Taborre; i due giovani ciclisti sono le stelle della formazione della Vini Fantini.

Per loro, Di Luca è stato sempre un idolo, un atleta da guardare e per cui fare il tifo in televisione; invece per Rabottini e Taborre oggi Danilo Di Luca è un compagno di squadra.

L’esordio del campione di Spoltore e della squadra è fissato, molto probabilmente, alla Tirreno-Adriatico, il 6 marzo, dove Di Luca dovrà vedersela con corridori del calibro di Contador, Nibali, Evans e Wiggo; ma a seguire è in programma anche la Milano-Sanremo; classica verso la quale lo spoltorese ha sempre avuto una forte attrazione. Nel 2003, con la maglia della Saeco, Di Luca tentò di vincere la classicissima di primavera scattando sulla Cipressa e poi sul Poggio; ma venne ripreso da uno scatenato Paolo Bettini che non concesse neppure un metro al campione abruzzese.

A sostenere il progetto di Danilo Di Luca, c’è un pool di imprenditori abruzzesi, tra i quali Ennio e Nando Barbarossa (titolari di Acquaesapone) e Valentino Sciotti, direttore commerciale della Farnese Vini. Un mese fa, in occasione della presentazione del team abruzzese, a Chieti, Sciotti aveva fatto intendere di poter raggiungere un accordo con Danilo Di Luca. «Mi piacerebbe chiudere la rosa con un corridore abruzzese come Danilo Di Luca», spiegava il patron della Farnese, dal palco del teatro Marrucino di Chieti. «Dobbiamo solo trovare altri sponsor per arrivare al budget necessario». Nei giorni scorsi, le parti si sono incontrate nuovamente e hanno raggiunto l’accordo, con la firma di un contratto per un anno.Di Luca dovrebbe esordire con la maglia giallofluo della Vini Fantini a marzo, in occasione della Tirreno-Adratico, e poi disputare la Milano-Sanremo.

Per il vincitore del Giro d’Italia 2007, dunque, si apre una nuova possibilità di riscatto, dopo le vicende legate al doping che hanno frenato la sua prestigiosa carriera.

La presentazione ufficiale ci sarà nei prossimi giorni. Per Di Luca si tratta dell’ottava squadra in 14 anni di professionismo.

La stagione migliore è stata il 2007.

Il corridore di Spoltore iniziò con il successo alla Milano-Torino ed una tappa alla Settimana Internazionale di Coppi e Bartali.

Si scatenò nelle classiche delle Ardenne, con la vittoria nella Liegi-Bastogne-Liegi e i podi all'Amstel Gold Race e alla Freccia Vallone. Un’annata straordinaria, culminata nella conquista dell’edizione numero 90 del Giro d'Italia, il sogno di tutti i ciclisti, vittoria condita da due successi di tappa, dieci anni dopo aver vinto il Giro Under 23, diventando il primo abruzzese e il corridore italiano più meridionale a portare a casa la maglia rosa.

da Il Centro

Copyright © TBW
Home | Archivio Rivista | Squadre | Atleti | Risultati | Storia | Albo d'Oro | Tecnica | Squadre Story | Contattaci | Redazione
Prima Pagina Edizioni s.r.l. Via Inama, 7 20133 Milano P.I. 11980460155