Archivio delle notizie
201520142013201220112010200920082007200620052004
News di Dicembre
News di Novembre
News di Ottobre
News di Settembre
News di Agosto
News di Luglio
News di Giugno
News di Maggio
News di Aprile
News di Marzo
News di Febbraio
News di Gennaio
Dentro la notizia
Sabato 25 Giugno | 10:42
Stampa
MERCATO. Zomegnan in uscita: addio Giro d'Italia

ALFINE la riunione c’è stata. Da una parte i massimi responsabili di Rcs MediaGroup (su tutti il direttore Antonello Perricone) e i massimi responsabili di RcsSport (il presi­dente Flavio Biondi, il direttore Michele Ac­quarone, l’ad Giacomo Catano), dall’altra Angelo Zomegnan,
il patron del Giro d’Ita­lia che al termine dell’ultima avventura in
rosa pareva sul punto di lasciare il suo inca­rico per divergenze
d’opinioni con i capi e anche qualche errore commesso. La voce dai nei
corridoi della Rcs asseriva che Zome­gnan e il Giro d’Italia si
sarebbero separati. E in effetti, al termine di lunghe e
circostan­ziate riunioni, è proprio questa la soluzione più probabile,
che dovrebbe diventare uffi­ciale al ritorno da un periodo di vacanza
del­lo stesso patron in rosa. Quest’ultimo, pro­fessionista capace ma
dal carattere non sempre facile, dovrebbe uscire di scena in seguito a
una decisione consensuale. Per lui
si parla
di un futuro incarico nell’organizza­zione dei Campionati del Mondo di
ciclismo a Firenze 2013. Al suo posto dovrebbe agire un pool di
esperti, mentre anche l’attuale di­rettore di corsa, il bravo Mauro
Vegni,
si ri­serverà di dare la propria disponibilità una volta venuto a
conoscenza della “squadra” con cui dovrebbe lavorare. Tra coloro che
po­trebbero far parte del nuovo gruppo si sta fa­cendo strada il nome
di Pier
Bergonzi, otti­mo collega e profondo conoscitore del cicli­smo. Al suo fianco dovrebbe intervenire l’o­limpionico Silvio Martinello, attualmente apprezzato opinionista Rai. Meno probabili gli ingaggi di Davide Cassani e Beppe Con­ti, che hanno un rapporto di fiducia molto stretto con la Televisione di
Stato, anche se al romagnolo di Solarolo in futuro sarà pre­clusa la
possibilità di raccontare le tappe con i suoi bellissimi sopralluoghi.
Sarebbe un vero errore, perché il ciclismo resta poesia. E i tratteggi
di Davide sono spesso poesia.


da TuttoSport del 25 giugno 2011 a firma Paolo Viberti

Copyright © TBW
Home | Archivio Rivista | Squadre | Atleti | Risultati | Storia | Albo d'Oro | Tecnica | Squadre Story | Contattaci | Redazione
Prima Pagina Edizioni s.r.l. Via Inama, 7 20133 Milano P.I. 11980460155