Archivio delle notizie
2016201520142013201220112010200920082007200620052004
News di Dicembre
News di Novembre
News di Ottobre
News di Settembre
News di Agosto
News di Luglio
News di Giugno
News di Maggio
News di Aprile
News di Marzo
News di Febbraio
News di Gennaio
Dentro la notizia
Martedì 20 Aprile | 16:43
Stampa
Trentino: a Vinokourov la crono d'apertura

Stessa musica, un anno dopo. Il Team Astana ha un bel feeling con l’aria del Garda e la crono di apertura del Giro del Trentino: nel 2009 vinse
Andreas Kloden, stavolta tocca ad Alexandre Vinokourov, che non a caso era il favorito della vigilia. Lo squadrone kazako, dunque, conferma le proprie ambizioni, che poi coincidono con quelle del suo capitano e manager: vincere la crono e magari far classifica superando gli ostacoli alti di San Martino di Castrozza (domani) e di Pampeago (venerdì, giorno di chiusura). Se così sarà, avrà ben diritto di presentarsi al via del Giro d’Italia rivendicando un posto in prima fila. “Ma io – ha spiegato “Vino” in conferenza stampa – posso accontentarmi di molto meno, diciamo che con una vittoria di tappa posso già sentirmi soddisfatto. Io domenica faccio la Liegi e la affronto con molte ambizioni, dunque debbo dosare gli sforzi. Eppoi so che la concorrenza è fortissima, sono tanti gli italiani che vogliono a tutti i costi vincere questa corsa”.
In effetti è vero quanto afferma Vinokourov, e la prima giornata lo dimostra. Un brillantissimo Stefano Garzelli, per niente infiacchito dal tormentato viaggio (1700 km da Valencia ad Arco) per arrivare in Trentino, è il primo dei battuti, solo 16” più lento di “Vino”; terzo il giovane Matteo  Montaguti, che conferma la sua buona stoffa a dispetto di un inconveniente in corsa (a causa di una buca, le protesi al manubrio si sono spostate) che poteva comprometterne la prova.
Subito dietro di lui, un bravissimo Michele Scarponi. Positiva la prova di Ivan Basso, al
quale tuttavia Riccardo Riccò dà la prima stilettata ottenendo un tempo di 5” migliore e piazzandosi buon ottavo; per niente brillante, al contrario, Franco Pellizotti, ancora imballato
dopo due settimane di quota. Un po' in retrovia Gibo Simoni, ma la cosa era largamente prevista.
Tra le sorprese di giornata, l’olandese Piet Rooijakkers, quinto, e l’intramontabile Alessandro Bertolini, che sulle strade di casa strappa un bel posto nei primi dieci e l’applauso dei suoi ammiratori.
Un bell’avvio, per il Giro del Trentino, in una giornata praticamente perfetta come sole, temperatura e vento, l’ideale anche in vista della seconda tappa che porta la carovana da Dro (partenza ore 11) fino a San Martino di Castrozza, quota 1486, dopo 172,5 km (di cui gli ultimi diciassette di salita vera). Differita TV su RaiSport+ con collegamenti durante la Freccia Vallone e poi sintesi in serata.

Ordine di arrivo
1° Vinokourov Alexandre (Astana, Kaz)
km 12.5 in 15.07.44, media 49.590km/h,
2° Garzelli Stefano (Acqua&Sapone, Ita) a 16”
3° Montaguti Matteo (De Rosa Stac Plastic, Ita) a 18”
4° Scarponi Michele (Androni Diquigiovanni, Ita) a 23”
5° Rooijakkers Piet (Skil Shimano, Ned) a 25”,
6° Seubert Simon (Netapp, Ger) a 27”
7° Petrov Eugeny (Katusha, Rus) a 28”
8° Riccò Riccardo (Flaminia, Ita) a 30”
9° Bertolini Alessandro (Androni Diquigiovanni, Ita) a 32”,
10° Serpa Josè (Androni Diquigiovanni, Col) a 32”,
13° Basso Ivan (Liquigas Doimo, Ita) a 35”,
14° Igniatiev Michail (Katusha, Rus) a 38”
46° Simoni Gilberto (Lampre Farnese, Ita) a 1.07”,
106° Pellizotti Franco (Liquigas Doimo, Ita) a 1.36”

Copyright © TBW
Home | Archivio Rivista | Squadre | Atleti | Risultati | Storia | Albo d'Oro | Tecnica | Squadre Story | Contattaci | Redazione
Prima Pagina Edizioni s.r.l. Via Inama, 7 20133 Milano P.I. 11980460155